Filler

FILLER

Nel filler l’acido ialuronico perde la sua struttura naturale in quanto viene lavorato chimicamente, cross-linkato, per fare in modo che permanga più a lungo nella cute ed esplichi la sua funzione di riempimento di solchi e rughe. L’acido ialuronico del filler non viene riconosciuto dai suoi recettori e quindi non avrà più la sua naturale capacità di biostimolazione. Si possono utilizzare altre sostanze accanto a questa come vitamine, aminoacidi, minerali, acidi nucleici, coenzimi che hanno lo scopo di nutrire, difendere e disintossicare la cute.

A quale età si può iniziare?

I programmi per la biostimolazione, come anche le sostanze utilizzate, variano a seconda del tipo di pelle e chiaramente dall’età: vanno dalla semplice prevenzione a terapie più intensive per un invecchiamento avanzato. In linea generale il protocollo prevede 2-3 sedute a distanza di 15 gg circa l’una dall’altra, e successivamente una sola seduta di richiamo dopo circa 3-4 mesi.

Come si effettua il trattamento?

Si praticano delle piccole iniezioni distribuite in varie aree del viso, ma anche collo, decolleté e mani o altre regioni del corpo che necessitano di una azione di ristrutturazione (rassodamento) come interno cosce, braccia, ginocchia. Indicazioni: avvizzimento cutaneo, cute disidratata, rughe sottili e diffuse specie della guancia, collo, decolleté e mani, cura dell’invecchiamento della cute, prevenzione dell’invecchiamento cutaneo nel giovane.

Controindicazioni

Non esistono particolari controindicazioni essendo l’acido ialuronico naturale uguale in tutte le specie animali e quindi non c’è possibilità di reazioni allergiche o di intolleranza. Associazioni terapeutiche: questo trattamento può essere associato con qualsiasi trattamento medico estetico ( filler, laser, ecc.). In particolare in un mio protocollo denominato “Biostimolazione Potenziata“ e dedicato ad un invecchiamento avanzato, effettuo dapprima un soft-peeling, dove genero richiamo di acqua, e subito dopo inietto acido ialuronico naturale per intrappolare ed trattenere l’acqua nella cute più a lungo possibile. Ricordo ancora che è molto importante fare un carico di acido ialuronico nella fase pre-estiva, prima di esporsi al sole, in tal modo difendiamo la cute dai danni solari .